Prezzi dell’imballaggio nel 2018: che cosa succederà?

Vediamo intanto alcuni dati generali, sull’economia in generale, e sulle ripercussioni che i vari elementi avranno sul mondo dei prezzi dell’imballaggio nel 2018.

I prezzi dell’imballaggio nel 2018

Il cambio Euro/dollaro

Le politiche economiche di Trump hanno portato ad una svalutazione del dollaro. Oggi un euro vale circa 1,20 dollari, e non sembra che ci siano segnali di modifiche di comportamento dell’amministrazione americana.

Un anno fa l’euro valeva poco più di un dollaro, e questa rivalutazione dell’euro ha permesso di assorbire in parte i rincari delle materie prime, e del petrolio in particolare, che sono quotate in dollari.

Esaminando le diverse previsioni delle banche centrali e degli enti internazionali, la stima più probabile per il 2018 è un valore fra 1,20 e 1,30. Noi abbiamo ipotizzato per le nostre previsioni che nel 2018 un euro varrà 1,25 dollari.

Questo comporta che le materie prime importate (petrolio/cellulosa) aumenteranno in euro un 4% in meno dell’aumento previsto in dollari.

L’inflazione e i tassi di interesse

I tassi di interesse stanno risalendo in tutto il mondo e soprattutto negli Stati Uniti; probabilmente il tasso medio nel 2018 sarà 1 o 2 punti percentuali più alto che nel 2017, a seconda delle monete di riferimento.

Un aumento analogo ci sarà per l’inflazione, con l’obiettivo della BCE di arrivare al 2%. Questo porterà a rivendicazioni salariali, aumenti dell’energia e dei trasporti etc. Riteniamo che l’impatto sul mondo dell’imballaggio sarà in linea con l’inflazione media; quindi porterà ad aumenti dei costi di produzione e trasporto nel 2018 del 2% medio

La crescita economica

Il 2017 a livello mondiale è stato un anno di crescita, più forte che nel 2016; per il 2018 le aspettative sono anche migliori, soprattutto per gli Stati Uniti, meno per l’Europa..

Negli Stati Uniti Trump segue una politica di forti spese statali e di riduzione delle imposte sulle società. Questo dovrebbe portare una crescita elevata, probabilmente fra il 3 e il 4%.

In Europa è più difficile esportare  verso l’area del dollaro, salgono prezzi e inflazione (quindi le aziende anticipano gli investimenti e acquistano più scorte). L’euro forte stimola le importazioni e la produzione locale cresce soprattutto per i prodotti venduti all’interno della CEE. La crescita come sempre sarà diversa fra i vari paesi europei; ma l’ipotesi più attendibile è uno sviluppo 2018 eguale a quello del 2017.

L’aumento degli imballaggi sarà più elevato; perché bastano piccoli incrementi di sviluppo per stimolare una ricerca di recupero di margini oggi molto sacrificati.

La concorrenza farà abbassare i prezzi dell’imballaggio nel 2018?

La concorrenza è molto diversa nei vari settori. Vi invitiamo ad approfondire il discorso nei vari articoli specifici, ma esiste un importante aspetto comune a quasi tutti i prodotti di imballaggio; molte lavorazioni, dalle cartiere, alla produzione del granulo, del film, del cartone sono a ciclo continuo. Alcuni macchinari fermano solo una volta all’anno per le manutenzioni e impiegano uno o più giorni per ripartire a pieno regime. Questo comporta uno stravolgimento nella fissazione dei prezzi, legati non ai costi, ma al mercato di assorbimento del prodotto.

Per esempio in certi periodi a livello mondiale il granulo di polietilene ha un prezzo al chilo inferiore al prezzo dell’etilene, quando i costi di trasformazione dall’etilene al granulo sono di circa 15 centesimi al kg. Ma fermare un impianto di trasformazione costa di più che vendere in perdita, e non si può produrre per il magazzino, perché uno dovrebbe costruire migliaia di silos di stoccaggio. Ancora meno si può cedere quote di mercato a favore della concorrenza.

Oggi i prezzi degli imballaggi sono tra il 5 e il 15% più bassi dei prezzi adeguati ai costi di materie prime, lavorazioni, trasporti e ammortamenti.

Appena la richiesta risale (a livello mondiale) e si riequilibra con le capacità produttiva, questa differenza verrà recuperata.prezzi dell’imballaggio nel 2018

Il tuo budget 2018 per l’imballaggio

Come ogni attività di previsione, è molto difficile essere precisi su cosa succederà ai prezzi dell’imballaggio nel 2018. Ma penso che quanto ti ho detto possa averti convinto a conteggiare dei costi maggiori; se vuoi un valore unico e brutale, considera un aumento del 9%.

Per arrivare a questa stima abbiamo lavorato a lungo e raccolto moltissimi dati,

che ovviamente non siamo disposti a condividere nel dettaglio.

CLICCA QUI PER RICEVERE UN REPORT COMPLETO E DETTAGLIATO!

 

Lascia un commento