Dopo aver parlato della normativa CE, ora parleremo nello specifico dell’abrasione nei guanti da lavoro.

INFORMAZIONE FONDAMENTALE

Chi decide quale guanto da lavoro può andare bene in azienda è sempre e comunque il RESPONSABILE DELLA SICUREZZA. ( RS)

L’abrasione nei guanti da lavoro

I guanti da lavoro destinati a proteggere dai rischi meccanici, vengono analizzati a norme CE in base a 4 elementi; il primo è la resistenza all’abrasione.

Il primo numero nel pittogramma corrisponde al numero di cicli richiesti per raschiare completamente il guanto passandolo contro un abrasivo (carta vetrata) a una pressione costante;  i valori sono questi:

1 = 100 cicli; 2 = 500 cicli; 3 = 2000 cicli; 4 = 8.000 cicli.

abrasione nei guanti da lavoroLa resistenza all’abrasione deve essere correlata alle sollecitazioni del guanto nel normale utilizzo; una buona prevenzione deve assicurare che il guanto non si strappi nell’uso quando risulta parzialmente abraso da lavorazioni precedenti. Raramente le lavorazioni portano a consumare un guanto a causa dell’abrasione.

Spesso il guanto viene cambiato per altri motivi ( pulizia, cuciture, tagli) per cui anche un guanto con basso valore di resistenza all’abrasione è idoneo a proteggere adeguatamente l’utilizzatore per tutto il tempo in cui il guanto stesso viene utilizzato.

I guanti in Nylon ricoperti in nitrile o PU hanno un’alta resistenza all’abrasione. Anche nei modelli più economici garantiscono una lunga durata del guanto

Un valore elevato di resistenza all’abrasione corrisponde altre volte ad un elevato spessore e consistenza del guanto; per cui può convenire orientarsi verso guanti di questo tipo quando bisogna movimentare oggetti pesanti, come pacchi di lamiere, perché il guanto ammortizza meglio gli urti e riduce i microtraumi alle mani. In particolare per questo uso avremo i guanti in tessuto impregnati NBR blu o in PVC. La protezione dall’impatto può anche essere ottenuta utilizzando imbottiture, che però spesso rendono meno precisa l’operatività ( abbassano la destrezza), per cui la scelta di guanti imbottiti va lasciata a problematiche ben precise

I guanti in pelle hanno normalmente valori bassi, 1 o 2, per avere un valore 3 occorre scegliere un guanto leggero di qualità extra, o i guanti ad alto spessore, come quelli in crosta groppone, consigliati per oggetti pesanti

Nel complesso, se un titolare di una piccola azienda che opera come RS deve fare una valutazione del rischio dell’abrasione nei guanti da lavoro, può proporre valori bassi (1 o 2) per movimentazioni leggere o lavori di precisione; e richiedere un valore elevato (3 o 4) per movimentazione di oggetti pesanti.

Se vuoi saperne di più, visita il nostro sito Ab Imballaggi Torino nella sezione guanti

e iscriviti alla newsletter compilando il modulo sottostante!

[activecampaign form=75]

 

Condividi con i tuoi colleghi e amici!