Se cercate su un sito specialistico il metodo migliore per cambiare il rotolo della carta igienica, avete diritto ad una analisi approfondita, anche se scherzosa; siamo certi che potrà esservi utile:

Chi ha il compito di cambiare il rotolo della carta igienica?

Approfondite ricerche sociologiche hanno stabilito che il 93,4 % delle persone dichiara di essere lui a cambiare il rotolo della carta igienica, e che il 73% ritiene che dovrebbe essere qualcun altro a cambiarlo. Vogliamo quindi aiutarvi a istruire adeguatamente quella piccola percentuale di persone che, al contrario di voi che sapete cambiare il rotolo della carta igienica egregiamente, non è ancora in grado, per affidare a loro questo delicato compito, con la sicurezza di avere un lavoro ben fatto.

Primo passo: trovare il portarotolo

Quando andate a trovare la vostra fidanzata, magari nella casa di montagna, dovete anzitutto cercare il portarotolo. Di solito è vicino al gabinetto (salvo che nelle casa di architetto), La buona regola consiglia di guardare anzitutto il muro a destra del water, e successivamente passare al muro di sinistra, poi a quello di fronte e infine a quello dietro. Rispettando rigorosamente l’ordine di ricerca, potrete risparmiare secondi preziosi. Se non lo trovate , forse state cercando un oggetto sbagliato. Ricercate su google immagini “ portarotolo per carta igienica” e ripetete l’analisi, controllando anche il pavimento. Non mettetevi a navigare altre voci, o perderete tempo prezioso. Se proprio non riuscite a trovarlo, chiedete alla fidanzata; telefonare al numero verde dei produttori di carta igienica è una strategia sbagliata.

Secondo passo: decidere se il rotolo va cambiato

Sicuramente è la parte più difficile dell’intera operazione. Abbiamo in fase di sviluppo un corso di formazione di 4 giorni, al costo di 1.999 euro; se siete interessati mandateci una e-mail. Ma come sempre da noi avrete risorse e consigli gratuiti: il nostro consiglio è: GUARDARE IL ROTOLO. Se non riuscite per ora a decidere, dovete fare esperienza: srotolate tutta la carta igienica per imparare a valutare quanta ce n’era. Ovviamente a questo punto un lassativo superveloce potrà aiutarvi a consumare la carta srotolata, e a fornirvi ulteriori motivazioni verso il cambio del rotolo, se la carta non bastasse.

Terzo passo: trovare il nuovo rotolo

Le donne nascondono i rotoli nuovi nei posti più strani. Un famoso riordinatore giapponese spiega come impostare questa ricerca su un foglio excel. Più semplicemente con un foglio di carta e una matita potrete appuntare tutti i nascondigli che avete verificato. Cominciate dal bagno, anzitutto sotto il lavandino, poi negli armadietti del bagno, poi in cucina e nell’ingresso. I veri professionisti hanno sempre un rotolo di scorta nel bagaglio a mano per ogni emergenza ( come insegniamo nel nostro corso)

Poi scrivete il manuale delle procedure, da far firmare a tutti gli abitanti: “i nuovi rotoli di carta igienica vanno sistemati nel ripiano più basso dell’armadio sistemato sotto la scala”

nel manuale è consigliabile fornire informazioni dettagliate, per esempio: la carta igienica andrà acquistata in confezioni da 12 rotoli quando il livello di scorta minima di 5 rotoli è stato raggiunto: vi ricordiamo che la realizzazione del manuale delle procedure completo è un passo indispensabile per ottenere la nostra certificazione.

Quarto passo: togliere il vecchio rotolo

Chi si trova nelle prime fasi del nostro corso, tende a fare confusione e a non rispettare il giusto ordine. È TASSATIVO togliere il vecchio rotolo prima di cercare di mettere quello nuovo. Normalmente il tubo reggi rotolo è composto di due parti scorrevoli, con dentro una molla. Spingete una estremità verso l’altra, poi tirate il tubo cromato verso di voi. Ricordatevi di togliere il tubo cromato dall’anima in cartone del vecchio rotolo prima di gettarla via, o dovrete andare a ripescarlo nel pattume per montare il nuovo rotolo. Sistemate il tubo cromato vicino al lavandino.

Se il vecchio rotolo non era completamente finito, dovete farlo sparire. Molte fidanzate odiano anche il piccolo spreco di qualche strappo. Potete inghiottirlo, come le spie con i messaggi segreti, o portarlo in ufficio, o meglio ancora separare i vari strappi e utilizzarli per un gioco, come descritto nella prossima sezione ( chi riesce soffiando a tenere in aria più a lungo uno strappo? )

Quinto e ultimo passo per cambiare il rotolo della carta igienica: montare il nuovo rotolo

Siete finalmente arrivati alla fine. La vostra competenza e autorità sta per diventare  indiscutibile. Dovete anzitutto prendere il nuovo rotolo. Se non riuscite, tornate al terzo passo o iscrivetevi al nostro corso di recupero. Prendete il nuovo rotolo, e il tubo cromato (se lo avete perso, Amazon consegna in un’ora ).

Inserite il tubo cromato nell’anima del nuovo rotolo, schiacciate le due estremità e infilatelo nel portarotolo.
PERFETTO, ora sì che sapete cambiare il rotolo della carta igienica al meglio!  Non fate come un nostro giovane allievo entusiasta, che per testare il risultato srotolava tutto il nuovo rotolo e doveva ricominciare da capo.


Vuoi procurarti subito una bella scorta di rotoli di carta igienica per essere sicuro di avere sempre un rotolo di riserva? CLICCA QUI!


 

Condividi con i tuoi colleghi e amici!