In questa utile guida vedremo le caratteristiche dei diversi tipi di pluriball, semplici e accoppiati, e di come sia possibile utilizzare il pluriball per proteggere al meglio oggetti di ogni forma e dimensione, realizzando imballi di grande qualità ad un costo molto conveniente.

Questo perché non esiste un pluriball migliore in assoluto; esiste un pluriball giusto per ogni esigenza tecnica e per ogni budget.

Pluriball standard antistrappo

Primo tipo di pluriball realizzato, il pluriball antistrappo o standard, è un pluriball a due strati.

Il primo dei due strati è liscio, l’altro è con la bolla a vista, realizzato in politene pesante.

Nel secolo scorso era diffuso soprattutto a grammatura da 115 gr/mq e veniva venduto generalmente a peso.

Oggi, grazie al progresso della tecnica nelle lavorazioni delle materie plastiche sono utilizzabili grammature più leggere, ma con robustezza e tenuta analoghe al 115 gr/mq tradizionale.

Questo tipo di pluriball viene chiamato antistrappo, e viene utilizzato soprattutto in due applicazioni:

  • Pluriball utilizzato come protezione esterna.
  • Pluriball utilizzato come riempitivo.

Pluriball antistrappo come protezione esterna

Quando il pluriball antistrappo viene utilizzato come protezione esterna, rimane a vista.

In questa situazione il pluriball può subire lacerazioni soprattutto durante gli spostamenti. Questo avviene per esempio quando lo si usa per proteggere un macchinario che deve essere trasportato per lunghe distanze.

Pluriball antistrappo come riempitivo

Il pluriball antistrappo può essere anche utilizzato come riempitivo, per esempio come alternativa alle patatine o ai cubetti di polistirolo.

È il caso di quegli imballi che richiedono un materiale più rigido per riempire meglio gli spazi vuoti.

Pluriball in coestruso 2 strati

Il pluriball in coestruso 2 strati è il pluriball meno costoso. È infatti composto da uno strato liscio e uno strato a bolla, con una grammatura da 35 grammi/mq circa.

Viene realizzato con materie plastiche di alta qualità e un procedimento di lavorazione in coestrusione che assicurano una impermeabilità all’aria della bolla pari a quella del più pesante pluriball tradizionale.

Il progressivo sgonfiamento della bolla sottoposta a un carico pesante è eguale a quello del prodotto tradizionale; viene quindi assicurato lo stesso livello di protezione antifurto.

A causa però della leggerezza del materiale è molto minore la resistenza meccanica e aumenta il rischio di strappo.

Questo coestruso è il più leggero, e quindi ha il costo al mq più basso e il minimo impatto ambientale (anche il conai risulta dimezzato).

Utilizzi del pluriball in coestruso 2 strati

Gli utilizzi per cui è consigliato il pluriball in coestruso 2 strati sono:

  • Quando è importante ridurre al minimo il prezzo perché ci sono grossi consumi.
  • Quando va ridotto al minimo l’ingombro del pluriball per ottimizzare il riempimento dei camion.

Viene utilizzato soprattutto da terzisti e verniciature industriali per la movimentazione dei pezzi lavorati.

Pluriball in coestruso 3 strati

Il tipo di pluriball più diffuso e utilizzato oggi è il pluriball in coestruso 3 strati. Si tratta di un pluriball composto da uno strato liscio e uno strato a bolla.

La grammatura del solo pluriball è pari a 35 grammi/mq circa.

Dalla parte della bolla viene accoppiato un film di politene HD molto leggero (10 gr/mq). Si ottiene così un prodotto a 3 strati (interno e esterno lisci, con la bolla a sandwich nella parte centrale) con un peso totale di 45 gr/mq.

Il pluriball così ottenuto ha un peso indicativo pari alla metà del pluriball tradizionale.

Viene realizzato con materie plastiche di alta qualità e un procedimento di lavorazione in coestrusione che assicurano una impermeabilità all’aria della bolla pari a quella del più pesante pluriball tradizionale.

Il progressivo sgonfiamento della bolla sottoposta a un carico pesante è eguale a quello del prodotto tradizionale; viene quindi assicurato lo stesso livello di protezione antiurto.

Questo coestruso è molto più leggero, e quindi ha un costo al mq più basso e un minor impatto ambientale (anche il conai risulta dimezzato).

Utilizzi del pluriball in coestruso 3 strati

Gli utilizzi per cui è consigliato il pluriball in coestruso e strati sono:

  • Protezione di articoli sovra imballati (con una scatola, una cassa in lego, un contenitore metallico).
  • Come strato intermedio fra articoli sovrapposti (cofani verniciati o simili).
  • Quando serve una grossa conformabilità all’oggetto protetto (per esempio per proteggere le bomboniere).
  • Quando va trasformato in buste; il lato in HD è scivoloso e permette un facile inserimento dell’oggetto, mentre lo strato liscio esterno in coestruso assicura una adeguata robustezza.

Pluriball a bolla grande

Il pluriball a bolla grande (con diametro di 25 cm invece che i 10 cm tradizionali) si contraddistingue per la sua elevatissima capacità di riempimento, che è circa il triplo di quella del pluriball antistrappo.

Viene consigliato soprattutto per avvolgere prodotti di pregio o di design, con forme irregolari, che debbano essere inseriti in una scatola di cartone rettangolare, o in una cassa in legno.

Con le bolle grandi è facile e veloce avvolgere a mummia l’oggetto da proteggere, in modo da portarlo alle dimensioni del sovrimballo.

Il pluriball a bolle grandi è costoso e molto ingombrante sia nel trasporto che nel magazzinaggio; inoltre perde in parte la sua capacità protettiva se nell’utilizzo si bucano due bolle vicine.

Pluriball accoppiato carta

Il pluriball antistrappo può essere accoppiato sul lato della bolla con un foglio di robusta carta Kraft:

La grammatura totale del pluriball cartonato diventa 175/180 gr/mq e la resistenza allo strappo e alla bucatura delle bolle è molto elevata.

Il lato in carta viene rivolto verso l’esterno. Il lato in plastica, invece, più morbido e protettivo va rivolto verso l’oggetto avvolto.

Utilizzi del pluriball cartonato

  • Protezione di mobili pregiati, oggetti d’arte e quadri nei traslochi o in ogni movimentazione.
  • Sostituzione degli imballi in cartone ondulato. Questo può avvenire quando ci sono piccoli lotti che non permettono di fare scatole su misura e le dimensioni dell’oggetto rendono impossibile trovare scatole pronte. Risulta per esempio la soluzione ottimale per spedire una chitarra o un pannello per fotovoltaico da riparare.
  • Spedizione di pezzi singoli da parte degli e-commerce quando sono troppo grossi per essere inseriti in una busta imbottita standard.

Altri tipi di pluriball per usi specifici

Nel nostro ingrosso di Torino produciamo e vendiamo molti altri tipi di pluriball per applicazioni specifiche.

  • Pluriball antistatico.
  • Pluriball conduttivo, per utilizzo nel settore elettronica; quello accoppiato con politene espanso (foam o spugnetta).
  • Pluriball per copertura piscine.
  • Pluriball con lo strascico, ossia accoppiato a un foglio di politene HD sporgente per garantire giunture impermeabili.
  • Pluriball a ragnatela antizanzare.
  • Pluriball isolante per i vetri delle finestre, che si attacca senza bisogno di collanti.

 

CLICCA QUI E SCOPRI TUTTI I NOSTRI PLURIBALL DISPONIBILI NEL NOSTRO MAGAZZINO A TORINO!

 

 

Condividi con i tuoi colleghi e amici!